Pastore neozelandese invita a sparare in testa ai gay



Logan Robertson è un pastore della Westcity Bible Baptist Church di Auckland, in Nuova Zelanda. In un video pubblivato in rete lo si vede impegnato in un sermone omofobico in cui afferma: «Qualcuno mi ha inviato e-mail, chiedendo, qual è la mia opinione sul matrimonio gay. La mia opinione sul matrimonio gay è che la Bibbia non lo menziona mai! Quindi non sono contro il loro matrimonio... fintanto che un proiettile attraversi la loro testa nel momento in cui baciano. Questo è ciò di cui parla [la Bibbia], non il matrimonio gay, ma la morte dell'omosessuale».
Decine di seguaci di Robertson hanno lasciato i messaggi omofobici al video. Uno di loro afferma: «Amen. Gli omosessuali sono comunque riusciti a consumare il loro abominevole 'matrimonio'. Quindi non è mai legittimo. Hanno appena ottenuto un pezzo di carta senza significato per uno status fiscale». Un altro aggiunge: «Ai froci non dovrebbe mai essere permesso di sposarsi!». In risposta, l'account ufficiale della chiesa lo ha corretto: «Non dovrebbe essergli permesso di vivere».
In Nuova Zelanda il matrimonio egualitario è stato introdotto nel 2013.
4 commenti