Facebook blocca anche la seconda pagina di Adinolfi



Proseguono i problemi tra l'integralista Mario Adinolfi e le regole di civile convivenza imposte dai social network. Fondatore di un "partito politico" basato esclusivamente sull'odio omofobico e sul disprezzo verso qualunque differenza, l'integralista era stato sospeso all'inizio del mese perché ritenuto colpevole di aver usato Facebook come mezzo di promozione d'odio. Ora è un suo fedelissimo a dar notizia di una nuova sospensione che ha colpito anche la pagina "Amici di Mario Adinolfi", ossia la pagina che lui stesso gestiva per aggirare i blocchi imposti dalle sue violazioni.
5 commenti