Francia. Un attivista gay è stato rapito, picchiato e violentato per due giorni



L'agghiacciante storia arriva da Marsiglia, in Francia, dove un attivista gay è stato sequestrato, picchiato e brutalmente violentato per 48 ore da parte due rapitori intenzionati a "fagliela pagare" per il suo forte impegno in difesa delle persone lgbt. Zak Ostmane è infatti tra i membri fondatori del Shams Francia, una organizzazione creata nel 2014 in difesa dei diritti delle persone lgbt nate in Tunisia, Marocco, Algeria e Libia.
In un’intervista rilasciata poche settimane fa, zak aveva spiegato come suo impegno fosse una scelta naturale: «Combattere per i diritti umani è fondamentale. Sono stato spinto dai ripetuti attacchi omofobi subiti dai miei amici. Non ho mai detto a me stesso che sarei diventato un attivista, non è il genere di cose che si decide a tavolino».
La polizia è ora sulle tracce dei due rapitori.
3 commenti